phone ico (+39) 0775.211417

Ci sono: 400 visitatori online

Video Gallery Fotografica  Facebook Twitter Canale YouTube

Frosinone capoluogo di provincia, un convegno ne celebra l'istituzione

Nell’anno 1926, lunedì 6 dicembre, il Capo del Governo comunicava personalmente al Podestà, commendator Antonio Turriziani, che: "Oggi su mia proposta il Consiglio dei Ministri ha elevato codesto Comune alla dignità di Capoluogo di Provincia". Il convegno dal titolo "VI dicembre 1926. Frosinone capoluogo della nuova provincia: storia e prospettive a 90 anni dal decreto di istituzione", organizzato dall'assessorato al centro storico di Frosinone, coordinato da Rossella Testa, è dedicato proprio a quella data: 91 anni fa, quindi, Frosinone vedeva formalmente riconosciuto quel ruolo di guida che aveva assunto, già nei secoli passati, per l'intero territorio. L'iniziativa si terrà mercoledì 6 dicembre a partire dalle 9.30 presso il palazzo della prefettura e sarà aperta dal saluto di S.E. il prefetto, Emilia Zarrilli.

Seguiranno gli interventi delle autorità presenti e la proiezione del documentario "VI dicembre 1926: la data memoranda", a cura di Francesca Di Fazio, responsabile dell'archivio storico della Provincia. Prenderanno poi la parola gli studiosi Costantino Jadecola (che illustrerà ai presenti "Le vicende storiche e istituzionali all'origine della nuova provincia") e Maurizio Federico (con "Le implicazioni sociali ed economiche della Città elevata a capoluogo di Provincia). Coordinerà il dibattito Angelo D'Agostini, direttore della biblioteca comunale "Norberto Turriziani".

Al termine del convegno, sarà apposta una targa commemorativa in piazza VI dicembre. Si terrà, quindi, una visita guidata alla mostra permanente dell'archivio storico della provincia di Frosinone.

6 dicembrejpg


 44,    Ciociaria News

Contatti

gps Viale Mazzini, 69  03100 Frosinone
phone ico (+39) 0775.211417 
fax ico (+39) 0775.1880722
email new ico redazione@ciociariaturismo.it

La Newsletter

captcha 

Meteo

Seguici su Facebook

Utilizziamo i cookie per migliorare il sito e per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Una direttiva UE ci impone di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso avviso, che apparirà solo questa volta.