phone ico (+39) 0775.211417

We have 541 guests and no members online

Video Gallery Fotografica  Facebook Twitter Canale YouTube


Lago di Isoletta

Dallo sbarramento del fiume Liri è nato questo lago artificiale che, oltre a rappresentare un valido stimolo per una gita fuori porta, è anche meta frequentatissima dai pescatori per via dell'abbondanza di pesci. Il lago fa parte dei comuni di Arce e San Giovanni Incarico.

===================== CONTENUTO 2 ===================

Il lago è un invaso artificiale prodotto nel 1925 per l'utilizzazione idroelettrica con la Diga di Pontefiume. La diga, a gravità massiccia, è costituita da un tronco mediano e due tronchi laterali. Il lago artificiale va soggetto a processi di interramento ed ha una abbondantissima produzione di vegetazione acquatica, a causa dell'elevato inquinamento prodotto da materiale organico ricco di fosforo e azoto.

Da un punto di vista ittico le acque sono molto popolate di pesci: alborella, carpa, lasca, tinca, carassio, savetta, scardola, persico-trota, persico-sole. Poco presenti sono, invece, le trote, le anguille, lo spinarello e il gambero di fiume, a causa dell'inquinamento.  Il pesce che maggiormente popola il lago è l'alborella, una specie di elevata fecondità, di taglia di cm.5-15. Invece, il pesce più interessante per la pesca sportiva è la carpa, dalla considerevole taglia di un metro di lunghezza e di 15-20 chilogrammi di peso, onnivoro, si nutre di organismi di fondo e di alghe. E' pure rappresentato il persico, vorace e predatore, originario del Nord America.

 

Lago di Isoletta

 

 




CONTENUTO SPONSORIZZATO

Meteo

Seguici su Facebook