Fontechiari

Fontechiari

Una delle tante sconosciute piccole gemme della Valle di Comino è Fontechiari, base ideale per escursioni ritempranti nei boschi e nelle campagne circostanti, dalle quali si può ammirare l’intera cerchia di monti che chiudono la Valle di Comino e la conca di Sora, dal Pizzo Deta alle Mainarde.

Fontechiari prende il nome dalle limpide fonti di acqua sorgive intermittenti che sono nel territorio. Ma fino al 1862 questo paese si chiamava Schiavi, poiché in questa località venivano custoditi gli schiavi del condottiero arpinate Caio Mario.

Il centro antico era circondato da mura, di cui restano cospicue tracce, ed è tuttora dominato da un’alta torre quadrata dei Boncompagni. Di importante valore artistico sono le opere conservate nelle due principali chiese: la chiesa parrocchiale dei SS. Giovanni Evangelista e Battista, che conserva affreschi trecenteschi, la Croce processionale in argento firmata dalla Scuola Sulmonese (sec. XIV) e pregevoli pitture attribuite al Cavalier d’Arpino (S.Biagio, S. Filomena, S. Rocco, ecc). Il santuario della Madonna dei Fratelli conserva il quadro della Madonna del Rosario del Cavalier d’Arpino e un pregevole Cristo in legno del XIII secolo.
{slider Informazioni}
sindacoSindaco: Pierino Liberato Serafini
municipio2Municipio: tel. 0776.889015
users6Abitanti: 1.286 ca
mountain13Altitudine: 375 m
earth globeDist. dal Capoluogo: 40 km
carabinieriCarabinieri: tel. 0776.506514
police29Vigili Urbani: tel. 0776.889015
info31 oraPro Loco: tel. 0776.889044
patrono oraPatrono: San Bartolomeo
mercato oraGiorno di mercato: Lunedì
email64 oraC.A.P.: 03030

{slider C’è da Vedere|blue}

 • Chiesa dei SS. Giovanni Battista ed Evangelista con affreschi trecenteschi e Croce processionale in argento
• Santuario della Madonna delle Grazie del 937 con pregevole scultura lignea del Cristo Crocefisso del 1222, tela della “Madonna dei Fratelli” (del Cavalier d’Arpino) e antico organo da camera cinquecentesco
Eremo-Grotte di S. Onofrio
Cimitero napoleonico del 1840
• Mura poligonali di cinta
Torre medioevale con torretta
{slider Manifestazioni|orange}
• Madonnna dei Fratelli (III domenica di luglio)
• Estate fontechiarese (10/25 agosto)
• Festa di Sant’Anna e sagra delle crespelle, Località Cisterna (26 luglio)
• San Rocco (21/22 Agosto)
• Festa dell’emigrante (18/19 agosto)
• San Bartolomeo (24 agosto)

• La Maxitorta di Fontechiari (fine ottobre)

{slider Figli Illustri|green}

 

{slider Mangiare e Dormire|red}

{slider Piatti e Prodotti tipici|orange}

• Crespelle con cavolfiore
• Tagliolini con asparagi, funghi e pancetta
• Pizze cionce
• Minestra con verdure, cotiche e fagioli
• Minestra con pane giallo e ceci

{slider Sport e Tempo Libero|green}

    [TEXT]
{slider Multimedia|blue}
    [TEXT]
{/sliders}

 
{slider Come si raggiunge|grey}
In treno:
Treno Roma-Napoli via Cassino – fermata Roccasecca. Treno Roccasecca-Sora. Autobus CO.TRA.L. per Fontechiari.
Via Autostrada:
• Da Roma: A1(Milano-Napoli) – uscita Frosinone; S.S. “dei Monti Lepini” direzione Sora; superstrada Frosinone-Sora – uscita Sora. S.S.627 “della Vandra” direzione Atina, bivio per Fontechiari.
• Da Napoli: A1(Napoli-Roma) – uscita Cassino; superstrada Cassino-Sora – 2° uscita Casalvieri; S.P. Fontechiari Casalvieri.
{/sliders}
X
Send this to a friend