phone ico (+39) 0775.211417

Ci sono: 610 visitatori online

Video Gallery Fotografica  Facebook Twitter Canale YouTube

Altri personaggi

Nacque a Roma il 12 febbraio 1927. È stato un partigiano, trucidato alle Fosse Ardeatine a soli 17 anni.
Era figlio di Rina Canacci e Antonio La Bruna, ma il padre naturale non lo riconbbe mai, cosicché il piccolo Ilario venne mandato a baliatico presso la famiglia Veloccia, residente nella contrada alatrense di Basciano. Qui Ilario rimase fino all'età di 14 anni, quando dovette rientrare a Roma perché terminata l'assistenza fornita dall'Onmi (Organizzazione nazionale maternità ed infanzia).
Nella Capitale, il ragazzo trovò lavoro come aiutante di un fornaio e poi come cameriere all'Hotel Pace Elvezia.
Frequentava la borgata Gordiani, dove – durante la guerra – operava il gruppo partigiano Movimento Comunista d'Italia–Bandiera Rossa, cui aderì. Il compito del suo gruppo era quello di sabotare il piccolo aeroporto di Centrocelle, controllato dai tedeschi.
E fu proprio attorno a questo aeroporto che venne catturato il 20 marzo 1944 durante un rastrellamento seguito ad un bombardamento. Ilario fu arrestato perché si attardò ad aiutare un compagno, Otello Valeriani, che era zoppo.
Condotto al carcere di “Regina Coeli”, venne scambiato per il capo partigiano Mario Sbardella, finendo così nella lista della rappresaglia dopo l'attentato di Via Rasella.
Morì alle Fosse Ardeatine il 24 marzo 1944.
La sorella del giovane Ilario, Anna Maria Canacci, molti anni dopo ha incontrato a Roma il capitano Eric Priebke, uno dei responsabili dell'eccidio alle Fosse Ardeatine, perdonando il vecchio ufficiale tedesco.
L'Amministrazione comunale di Alatri ha intitolato a Ilario Canacci la strada della contrada di Basciano dove il ragazzo visse per molti anni.

Bibliografia:
- Ulrike Viccaro, “Storia di Borgata Gordiani. Dal fascismo agli anni del "boom"”, Franco Angeli, Milano, 2007.
- Alessandro Portelli, “L'ordine è già stato eseguito: Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria”, Donzelli, 1999.
- Stefania Ficacci, “Tor Pignattara: fascismo e Resistenza di un quartiere romano”, Franco Angeli, Milano, 2007.

Contatti

gps Sede Legale: Via Mastruccia - Frosinone
phone ico (+39) 0775.211417 

Meteo

Seguici su Facebook