phone ico (+39) 0775.211417

Ci sono: 2554 visitatori online

Video Gallery Fotografica  Facebook Twitter Canale YouTube

Altri personaggi

Nacque ad Alatri, da Pietro e Caterina Cappelli, il 15 febbraio 1828.
Trasferitosi con la famiglia a Roma, vi frequentò il Collegio Romano e poi l'Università “La Sapienza”, laureandosi in Filosofia. Venne ascritto all'Accademia Drammatico–letteraria e fu socio dell'Accademia Scientifico–letteraria dell'Immacolata Concezione, dove ricoprì la carica di segretario della sezione delle Scienze Economiche e Morali.
Il 17 luglio 1852 ottenne la laurea “ad honorem” in Giurisprudenza e da qui iniziò la sua formidabile, quanto rapida, ascesa agli scranni più alti della Magistratura Superiore. Nel 1853, fu nominato Uditore nel Tribunale Civile e Commerciale e nella Congregazione Prelatizia, ufficio che detenne fino al 1858, anno in cui gli venne assegnato, in seguito a concorso, il posto di aiutante di studio del Tribunale della Sacra Rota, che durante il governo pontificio era considerato il più elevato grado di magistratura per i laici. Lo mantenne per ben 12 anni perché il 29 settembre 1870, a seguito della caduta dello Stato pontificio, fu eletto membro della Commissione per la revisione dei processi politici misti. Un mese dopo venne nominato Giudice presso l Tribunale d'Appello a Roma.
Il 19 marzo 1871 divenne consigliere della Corte d'Appello di Milano e nove mesi dopo, a Firenze, assunse le attribuzioni temporanee di consigliere presso quella Corte di Cassazione.
In quello stesso periodo iniziò anche la sua carriera politica. Venne eletto nel Collegio di Anagni alla Camera dei Deputati, dove rimase dal 10 gennaio 1875 al 3 ottobre 1876. Il 21 settembre 1880 fu nominato consigliere della Corte di Cassazione di Roma e, successivamente, membro della Commissione di inchiesta per le Opere Pie.
Il 4 dicembre 1890, tra il plauso generale, venne nominato senatore a vita da Francesco Crispi.
Paolo Volpi Manni non aveva comunque dimenticato la sua città natale e, nel 1889, alle prime elezioni amministrative, fu eletto consigliere comunale di Alatri, carica che ricoprirà fino al termine dei suoi giorni.  
Morì a Roma il 6 gennaio 1892.

Bibliografia:
- A. Malatesta, “Ministri, Deputati, Senatori, dal 1848 al 1922”, Milano, 1940.
- W. Pocino “I Ciociari. Dizionario biografico”, Roma, 1961.

Contatti

gps Sede Legale: Via Mastruccia - Frosinone
phone ico (+39) 0775.211417 

Meteo

Seguici su Facebook