Atina: Museo Civico Archeologico

 

Informazioni

museoTipologia Museo: museo archeologico
percorsoIndirizzo: Via Vittorio Emanuele III, Atina
calendarioGiorni e orari di apertura: dal Lunedì al Venerdì 08.30-12.30/15.00-18.00; Sabato 8.30-12.30; Domenica occorre prenotazione
bigliettoBiglietto di ingresso: € 1. Visite guidate per gruppi di almeno 5 componenti: € 2 a persona.

guidaVisite Guidate interne:
cartinaVisite Guidate al museo o città: Centro Guide Cicerone
museo serviziDidattica museale: 

Contatti

telefonoMuseo: 0776.628100
telefonoComune/Proloco, ecc:
faxFax: 0776.609131

email64Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
sitointernetwww.comune.atina.fr.it 

Prenota la visita guidata con il Centro Guide Cicerone:
telefono 0775.211417 - 349.4981226
faxFax: 0775.859011
email64Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sitointernetwww.ciceroneweb.it

Multimedia

Mappa

Servizi e Pacchetti Turistici



I numerosi resti di epoca volsca, sannita e romana rinvenuti nel territorio circostante sono stati raccolti nel Museo Comunale di Atina. Gli ex voto provenienti dal deposito votivo rinvenuto in località Casale Pescarola di Casalvieri offrono uno spaccato della vita quotidiana della zona tra il IV e il II sec. a.C.. Le armi, i cinturioni, le monete, le offerte per la fertilità e le malattie, le maschere, le statuette, la moda femminile delle acconciature e degli ornamenti esposti nelle teche del museo ci aiutano a conoscere usi e costumi di queste popolazioni dal gusto raffinatissimo. Ex voto fittili, misti a frammenti di ceramica a vernice nera, laterizi e monete confermano i contatti con la zona di Capua e con gli altri santuari del Lazio meridionale lungo le vie di comunicazione fluviale.

Di grande interesse sono i reperti numismatici in argento, testimoni dei commerci tra Atina e i popoli campani. Suggestive le due sepolture ricostruite e il materiale funerario, entrambe di età preromana, provenienti da Monte Santa Croce (San Biagio Saracinisco) in località Ominimorti. Nelle eleganti teche sono esposti, inoltre, vasi in ceramica, anforette tipo Alfedena e altre che richiamano motivi tipici dell'età del ferro, e vasi in bucchero pesante. Tra le opere medioevali il leone funerario in pietra e alcune iscrizioni epigrafiche. Preziosi gli affreschi con scene di corte del sec. XIV provenienti dall'antica collegiata di Santa Maria. Di recente apertura (nel 2012) è, inoltre, una nuova sezione presso il Palazzo Ducale, il cosiddetto Museo Multimediale dedicato al "Medioevo in Ciociaria".

 

Prenota subito:


0775.211417