phone ico (+39) 0775.211417

Ci sono: 1330 visitatori online

Video Gallery Fotografica  Facebook Twitter Canale YouTube

Altri personaggi

Chi era: pittore accademico
Nato a:
nato a Napoli il 29 Dicembre del 1840Morto a: Castrocielo il 22 Agosto 1892

Personaggio dell'epoca imperiale, oriundo di Roma, ma cittadino di Ferentino, dove si stabilì per esercitarvi importanti cariche pubbliche: Quatuorviro di edilizia potestà, Quatuorviro per amministrare la giustizia, Quatuorviro quinquennale aggiunto per decreto del Senato, Pontefice, Prefetto dei fabbri.
Lasciò un singolare testamento, tra i monumenti più notevoli del periodo romano della città, tuttora in ottimo stato e scolpito nella viva roccia nei pressi degli Archi di Casamari, nel quale egli fa dono di quattro fondi rustici, riscattati dal demanio mediante versamento di settantamila sesterzi, al Municipio di Ferentino, con l'obbligo di fare elargizioni gratuite al popolo, nella ricorrenza del suo genetliaco, che cadeva il 10 maggio. Fu tenuto in grande considerazione dal Senato di Roma, dal quale ottenne di potersi erigere, nel Foro di Ferentino, una statua che nel 1661 venne portata a Roma.

Bibliografia:
- Biancamaria Valeri, “Note su Aulo Quintilio Prisco e il suo "testamento" in Ferentino”, Fratelli Palombi, Roma, 1983.
- Anna Maria Ramieri, “Ferentino: dalle origini all'alto Medioevo”, Ferentino, 1995.

 

 

 

Contatti

gps Sede Legale: Via Mastruccia - Frosinone
phone ico (+39) 0775.211417 

Meteo

Seguici su Facebook