phone ico (+39) 0775.211417

Video Gallery Fotografica  Facebook Twitter Canale YouTube


Settefrati

Settefrati sorge sulle alture preappenniniche ad oriente della Valle di Comino. L'origine del sito risale al periodo successivo alla distruzione dell'antica "Cominium" per opera dei Romani, nel 293 a.C. Il primo insediamento abitativo di cui restano tracce nell'area dell'attuale centro storico è quello della città di "Vicus", sorta probabilmete subito dopo quella data.

L'attuale denominazione fu imposta dai monaci benedettini, che vollero così ricordare i sette figli di Santa Felicita uccisi a Roma durante le persecuzioni contro i Cristiani, nel 164 d.C. Interessante la chiesa della Madonna delle Grazie, risalente al X secolo, con soffitto a cassettoni, nell'atrio la raffigurazione della visione di frate Alberico (visione che avrebbe ispirato a Dante la Divina Commedia"), ed all'interno dipinti di Marco San Germano.

Di notevole importanza archeologica e religiosa è la Valle di Canneto, presso le sorgenti del Melfa, dove durante i lavori di captazione dell'acqua per l'alimentazione dell'acquedotto degli Aurunci, nel 1958, gli scavi (a dodici metri di profondità) portarono alla luce statuette votive della dea Mefiti (risalenti al V-IV secolo a.C.) e monete di epoca repubblicana.


 



CONTENUTO SPONSORIZZATO
 
 

This website is hosted Green - checked by thegreenwebfoundation.org

Meteo

Seguici su Facebook