Supino

Supino

Chiamata anticamente “Ecetra”, è un piccolo centro di origine medioevale aggrappato alle pendici dei monti Lepini. Confinante con lo spettacolare scenario del monte Gemma, dove nidifica l’aquila reale, Supino è soprattutto nota per il santuario di San Cataldo, venerato ogni anno da migliaia di pellegrini. Prevalentemente restaurato nel 1966, il santuario presenta una moderna porta bronzea raffigurante in bassorilievo scene sacre legate alla vita del Santo ed ai suoi miracoli.

All’interno, il tempio, a pianta circolare con anello interno, è scandito da sei robusti pilastri, da cappelle laterali e da una cupola con lanterna. Lungo via Roma si ammirano numerosi portali, di origine medioevale, ad arco acuto o rotondi, mentre nei pressi della piazzetta principale sorge la grande chiesa di Santa Maria Maggiore con elementi di stile barocco (1700). Interessante e particolare il suo campanile a cinque piani, che presenta ampie monofore nella cella campanaria, ed un orologio.

Molto frequentata, soprattutto d’estate, la fonte del Pisciarello, dalla quale sgorga acqua minerale indicata per la cura delle malattie renali; adiacente ad essa è la chiesa di S.ta Maria di Loreto con affreschi del 1578. Rivestono importanza archeologica le Terme romane del I sec. d.C. venute alla luce nel corso di recenti scavi.

{slider Informazioni}
sindacoSindaco: Gianfranco Barletta
municipio2Municipio: tel. 0775.226001
users6Abitanti: 4.783 ca
mountain13Altitudine: 321 m
earth globeDist. dal Capoluogo: 15 km
carabinieriCarabinieri: tel. 0775.226003
police29Vigili Urbani: tel. 0775.226001
info31 oraPro Loco:
patrono oraPatrono: San Cataldo
mercato oraGiorno di mercato: Martedì
email64 oraC.A.P.: 03019

{slider C’è da Vedere|blue}

• Santuario San Cataldo
• Chiesa di Santa Maria Maggiore
• Portali Medievali
• Ruderi della Torre
• Piana di Santa Serena
• Fonte Pisciarello
• Area Archeologica delle Terme Romane
• Biblioteca Comunale

• Fiera di S. Cataldo (9/10 maggio)
• Fiera delle quattro strade (12 settembre)

 

{slider Figli Illustri|green}

• Giuseppe Agostini (Organista)
Guelfo Nalli (Cornista)

{slider Mangiare e Dormire|red}

{slider Piatti e Prodotti tipici|orange}

• Fettuccina alla ciociara
• Formaggi tipici
• Castagne

{slider Sport e Tempo Libero|green}

    [TEXT]
{slider Multimedia|blue}
    [TEXT]
{/sliders}

 
{slider Come si raggiunge|grey}
In treno:
Treno Roma-Napoli via Cassino – fermata Ferentino. Autobus CO.TRA.L. per Supino.
Via Autostrada:
Da Roma: A1(Milano-Napoli) uscita Anagni. S.S. Casilina direzione Frosinone. Bivio per Supino (S.P. “Morolense”).
Da Napoli: A1(Napoli-Milano) uscita Frosinone. S.S. “dei Monti Lepini” direzione Latina. Bivio per Supino (S.P. “Morolense”).
{/sliders}
X
Send this to a friend