Antonio Fazio

Antonio Fazio

Chi è: Antonio Fazio è un economista italiano, governatore della Banca d’Italia dal 1993 al 2005.
Nato a: Alvito (Fr)  l’11 ottobre 1936

Antonio Fazio è stato l’ultimo reggente della banca centrale italiana con nomina vitalizia: allorché fu costretto a dimettersi in quanto coinvolto in questioni giudiziarie, la carica venne infatti ridotta a un mandato di 6 anni, rinnovabile solo per una volta.

Dopo essersi diplomato come geometra, si laureò in Economia e Commercio a Roma nel 1960[1] con una tesi sui rapporti tra evoluzione demografica e sviluppo economico, vince subito una borsa di studio per specializzazione presso il servizio studi della Banca d’Italia, dove lavora anche come docente. Dal 1962 segue corsi di specializzazione in macroeconomia e in teoria dello sviluppo economico e monetario presso il Massachusetts Institute of Technology, sotto la guida del premio Nobel Franco Modigliani.

Nel 1963, torna in Banca d’Italia come esperto all’ufficio ricerche econometriche, dove collabora nella messa a punto del primo modello econometrico (M1BI); nel 1966 viene assunto di ruolo presso l’istituto. La sua carriera prosegue: diventa capo dell’ufficio ricerche econometriche e poi dell’ufficio mercato monetario del servizio studi. Nel 1972 viene nominato vicedirettore del servizio studi, l’anno seguente ne diventa prima direttore e poi capo. Nel 1976 assume il grado di condirettore centrale dell’Istituto di emissione, continuando a dirigere il servizio studi sino al dicembre 1979. Nel 1980 viene nominato direttore centrale, fino al 1982, in cui viene nominato vicedirettore generale.

Nel 1993, allorché Carlo Azeglio Ciampi presenta le dimissioni (essendo stato nominato Presidente del Consiglio dei ministri), Fazio gli succede nelle cariche di governatore della Banca d’Italia e presidente dell’Ufficio Italiano Cambi.

La tappa più significativa del suo mandato come governatore è sicuramente quella del passaggio dalla lira italiana all’euro, avvenuto tra il 1º gennaio 1999 e il 1º marzo 2002. In ragione di ciò, egli è stato l’ultimo governatore ad apporre la propria firma sulle banconote in lire. Tuttavia, sebbene sia riconosciuto come uno dei principali fautori in Italia della stabilità economica necessaria per il passaggio all’unione monetaria, Fazio non ha mai nascosto le proprie perplessità riguardo alla capacità del nostro sistema economico di competere sul piano della produttività e del costo del lavoro, come aveva già dimostrato l’esperienza dello SME, paventando un lento ma costante e pericoloso ‘bradisismo’ della crescita economica rispetto agli altri Paesi.

Nel 2001, in occasione della consueta lettura delle considerazioni finali del 31 maggio, appoggia le scelte economiche del futuro governo Berlusconi, parlando di un possibile nuovo miracolo economico.[4] I rapporti con il Ministro dell’economia e delle finanze Giulio Tremonti si incrinano a seguito di una pubblica contestazione del governatore di alcuni punti della manovra finanziaria varata nel 2003. Il disaccordo tra governo e governatore culmina con il caso Parmalat a cavallo tra il 2003 e il 2004, in cui il governatore e ministro si trovano nuovamente in disaccordo aperto. La vicenda si concluse con le dimissioni di Giulio Tremonti dal governo e la riappacificazione del Governatore con il Parlamento Italiano.

Nel frattempo i rapporti tra Fazio e il mondo sindacale si erano deteriorati, a causa della decisione del Governatore (nel 2003) di mantenere in servizio, in violazione degli accordi sindacali vigenti, tre alti funzionari della Banca centrale che avevano ormai raggiunto l’età del pensionamento per vecchiaia, tra i quali il capo della Vigilanza, che stava seguendo alcuni dossier molto delicati; tale decisione venne poi ritenuta illegittima dal Tribunale di Roma.

(Testo tratto da Wikipdia – Foto tratta da https://www.ilriformista.it)

 

Informazioni • Ciociariaturismo

Visite Guidate • Guide Cicerone

Pacchetti Turistici • Turismo Arancione Tour

Advertising
  • Casale Verde Luna
  • Banner Stella 2022
  • Banca Popolare del Cassinate
Advertising

Compare Listings

Titolo Prezzo Stato Tipo Area Scopo Camere da letto Bagni