Campoli Appennino – Il Carpello e l’ Antico Mulino

Alle pendici del colle di S. Pancrazio, si trova la località Carpello, che trae il nome dal corso d’acqua ricco di carpe (deriva il toponimo proprio da questi pesci, una volta abbondanti). L’amena località nasconde a volte tesori preziosi come l’antico mulino ed un torrione di guardia. Queste strutture, maestose ed imponenti, sorgono nei pressi delle sorgenti del fiume.

I precedenti edifici dovevano appartenere agli abitanti di Alvito, che fino al XIV secolo avevano comprato le acque per i propri usi. Il mulino è uno dei rari esempi rimasti nell’Italia centrale; il torrione, invece, fu costruito probabilmente intorno al XVI secolo, sotto la dominazione del duca di Alvito, Tolomeo Gallio.

Le acque del Carpello, che confluiscono nel Fibreno, sono ricche di fauna ittica e vi trovano il loro habitat naturale: trote, carpe, carpioni, spinarelli e granchi.

 

X
Send this to a friend