Domenica all’Abbazia e al Museo di Casamari

Abbazia di Casamari

Domenica all’Abbazia e al Museo di Casamari

Il programma del Grand Tour di Ciociaria Turismo di domenica 4 febbraio 2024 prevede una visita guidata alle ore 10:00 con la guida Cicerone Paola D’Arpino, con lei si visiterà la straordinaria Abbazia di Casamari, edificata sulle rovine dell’antico municipio romano denominato Cereatae, perchè dedicato alla dea Cerere.
Il nome Casamari è di origine latina e significa “Casa di Mario“, patria del console romano Caio Mario, celebre condottiero, nemico di Silla. L’architettura delle abbazie cistercensi è strettamente legata alla storia ed alla spiritualità dell’Ordine, ne rispecchia la robustezza interiore e la semplicità.
All’interno dell’Abbazia c’è un interessante museo che conserva una raccolta archeologica costituita in prevalenza da materiale d’epoca romana pertinente a Cereatae Marianae, il centro romano su cui è sorta l’abbazia. Accanto ad essi trovano posto alcuni reperti paleontologici, manufatti d’epoca preistorica e preromana, oggetti provenienti da altre località della media valle del Liri e dalla necropoli di Oria in Puglia.

Il materiale archeologico è databile dalla preistoria all'età romana: cippi marmorei, are pagane, frammenti di pavimento a mosaico, epigrafi, statue, monete, ex voto in terracotta, vasi e lucerne fittili, anfore, unguentari, una zanna di elephas medirionalis, rinvenuta nel 1923 a quattro metri di profondità nel letto del torrente Amaseno, e una serie di monete greche e romane. Queste ultime risalgono al periodo repubblicano e all'età imperiale di Nerone, di Traiano, di Adriano e di Costantino.
Tra le tele più interessanti segnaliamo L'elemosina di san Lorenzo di Giovanni Serodine (1600 ca - 1630 ca), Gesù e la samaritana, copia da Annibale Carracci (1560 - 1609), il Riposo durante la fuga in Egitto, copia da Simone Cantarini (1612 - 1648), La Maddalena attribuita al Bilivert (1585 - 1644), Il martirio di san Lorenzo di Francesco da Castello (1541 - 1621), il Compiato su Cristo morto, copia dal Guercino (1591 - 1666) e le pale d'altare di Onofrio Avellino (1674 - 1741) che raffigurano, la prima, san Benedetto e san Bernardo, la seconda, san Giovanni Evangelista e san Giovanni Battista, la terza, san Matteo Evangelista.In questi locali sono conservati anche i resti di pregevoli affreschi, degli inizi del XIII secolo, che ritraggono il martirio e la beatificazione di san Tommaso Becket, staccati dalle pareti della vicina chiesa di Reggimento.

Come Partecipare

• Quota di partecipazione € 10, comprende la visita guidata e il biglietto d’ingresso al museo.
• Appuntamento unico con la guida alle ore 10:00 all’ingresso dell’Abbazia di Casamari

Info e Prenotazioni

Per prenotare e/o disdire;  indicare città delle visita guidata, giorno, numero partecipanti, orario di vista scelto e un nominativo di riferimento:

Advertising
  • Banner Stella 2022
  • Casale Verde Luna
  • Banca Popolare del Cassinate
Advertising

The event is finished.

Data

04 Feb 2024
Terminato

Etichette

In Evidenza

Città

Abbazia di Casamari
Veroli
Categoria
QR Code

Compare Listings

Titolo Prezzo Stato Tipo Area Scopo Camere da letto Bagni