Ferentino, Aulo Irzio

Aulo Irzio (90 a.C. – 43 a.C.) è stato un militare e scrittore romano, fu console subito dopo l’assassinio di Caio Giulio Cesare.
Legato di Caio Giulio Cesare dal 54 a.C. nel corso della conquista della Gallia, mentre servì sotto Pompeo nel 50 a.C.. Durante la guerra civile tra Cesare e Pompeo combatté sotto le insegne cesariane in Spagna, forse come tribuno militare, e poi in Asia Minore. Fu pretore nel 46 a.C. e governatore della Gallia Transalpina nel 45 a.C. Cesare lo designò console, insieme a Gaio Vibio Pansa Cetroniano per il 43 a.C. e dopo l’assassinio del suo ex comandante, si trovò coinvolto nei torbidi della successiva guerra civile.
Dapprima si schierò con Marco Antonio, ma poi, convinto dal suo amico Marco Tullio Cicerone, sposò la causa senatoria e si scontrò con Antonio, insieme a Pansa e a Ottaviano a Modena. Sebbene Antonio venisse sconfitto, Irzio e Pansa morirono in questo scontro.
Irzio è noto anche per aver scritto l’ottavo libro del De bello gallico di Cesare e per essere il probabile autore del De bello alexandrino. Secondo gli antichi, sarebbe stato autore del De bello africo e del De bello hispaniensis, mentre oggi si ritiene che ne sia stato l’editore.

Tratto da: http://it.wikipedia.org/wiki/Aulo_Irzio

(Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2008)

X
Send this to a friend