Ripi

Ripi

Dall’altura del suo colle “ameno” (citiamo una lirica di G.B. Marino: “non lungi assai dagli Ernici confini / s’erge fra gli altri colli, un colle ameno…” ), Ripi si adagia tranquilla e riposante a godersi il panorama dei monti Ernici e Lepini. Il paese infatti è posto su un colle tra vigne e oliveti. Esso trae la propria origine da un’antica e piccola città esistente fin dai tempi romani, come i vari reperti archeologici rinvenuti e in buona parte ancora disseminati nella contrada di S. Silvestro, attestano.

Ripi però entra nella storia nel sec. IX attraverso due bolle papali nelle quali si parla della dipendenza dell’omonimo castello dal potere temporale dei vescovi di Veroli. Della cerchia delle sue mura sono visibili ancora alcuni tratti. Le sue fertili terre, nel corso dei secoli, passarano poi di mano in mano attraverso numerose famiglie feudali (i conti di Ceccano, i Borgia, i Colonna) sempre con l’avallo interessato della Chiesa.

La feracità del terreno ed il lavoro costante e sapiente dei suoi abitanti hanno reso l’agricoltura, per secoli, il vero fulcro dell’economia ripana, anche se oggi le attività si sono diversificate. Nel territorio di Ripi si trovano anche alcuni pozzi di petrolio, un caso piuttosto singolare per l’Italia centrale.

Sindaco: Piero Sementilli
Municipio: tel. 0775284010
Abitanti: 11.890 ca
Altitudine: 217 m
Dist. dal Capoluogo: 10 km
Carabinieri: tel. 0775.284012
Vigili Urbani: tel. 0775.284010
Pro Loco: Piazza Boncompagni
Patrono: San Giorgio
Giorno di mercato: Domenica
C.A.P: 03027
• Chiesa di S. Agostino
• Chiesa S.Salvatore
• Lavatoio comunale
• Reperti Archeologici di S. Silvestro
• Strada Romana (loc. S.Silvestro)
• Museo nella Biblioteca comunale Esposizione dei reperti della zona archeologica di S. Silvestro
• Concerto vocale strumentale (settimana della passione)
• Estate Ripana (luglio-agosto)
• Natale insieme
• Festa patronale (23 aprile)
• Fiera Madonna Succure Miseris (lunedì di Pasquetta)
• Fiera San Giovanni Battista (24 giugno)
• Salvatori Aristide (Garibaldino)
• Domenico Subiaco (Garibaldino)
• La "stesa"
• La ciambella di Capodanno
• Maltagliati e fagioli
• Fettuccine all'uovo
• Pizze fritte
• Pigna (dolce pasquale)
In treno:
Treno Roma-Napoli via Cassino - fermata Frosinone. Autobus CO.TRA.L. per Strangolagalli - fermata Ripi.
Via Autostrada:
Da Roma: A1(Milano-Napoli) - uscita Frosinone; S.S.6 Casilina direzione Cassino, dopo 7 km. bivio per Ripi.
Da Napoli: A1 (Napoli-Milano) - uscita Ceprano; S.S.6 Casilina direzione Frosinone. Bivio per Ripi.
X
Send this to a friend