Al via il XXXIX Certamen Ciceronianum Arpinas

Ad Arpino patria di Cicerone il prossimo 10 maggio, ben 192 giovani latinisti si sfideranno nei locali del Liceo Tulliano per cimentarsi nella traduzione e commento di un passo tratto dall’opera del più illustre degli arpinati, Marco Tullio Cicerone.

Cinque ore a disposizione per gli aspiranti al titolo di giovane “campione del mondo di latino”, per redigere nella propria lingua madre la più importante delle versioni e per stilare il commento.
I partecipanti arriveranno in Ciociaria nel pomeriggio di giovedì 9 maggio, saranno accolti e coccolati dagli Ambasciatori del Certamen fino a domenica prossima. Il Centro Studi Umanistici Marco Tullio Cicerone comunica che l’edizione 2019 registra un significativo incremento nei numeri rispetto agli anni precedenti: sono attesi ad Arpino ben 258 ospiti, provenienti da 127 scuole di 12 Paesi Europei (Italia, Francia, Portogallo, Spagna, Romania, Ungheria, Croazia, Svizzera, Belgio, Germania, Polonia, Lussemburgo), 192 studenti, 66 docenti accompagnatori; una testimonianza tangibile della capacità della lingua latina e, più in generale, della cultura classica di contribuire all’integrazione comunitaria e alla valorizzazione di una tradizione linguistica comune. Nessuna indiscrezione sul brano scelto dalla commissione giudicatrice presieduta dal Prof. Mario De Nonno, dell’Università degli Studi di Roma Tre, attesa da una due giorni di duro lavoro che consegnerà alla giornalista del Tg2, Maria Anna Spadorcia, l’elenco dei vincitori. La cerimonia di premiazione è in programma per la mattinata di domenica 12 maggio, nella splendida e suggestiva cornice di Piazza Municipio, in diretta streaming sul sito web www.certamenciceronianum.it
Il programma completo prevede per i docenti e per i ragazzi reduci dalla prova, il raduno all’Acropoli di Civitavecchia con la visita della Torre di Cicerone e l’incontro con la Arpino megalitica e medievale. Nella giornata di sabato 11 maggio i partecipanti al Certamen visiteranno i Tesori della Città di Arpino con gli aspiranti Ciceroni, mentre nel pomeriggio sono attesi dal Dom. Donato Ogliari presso l’Abbazia di Montecassino.

Arpino apre ancora all’Europa e si conferma, nel segno di Cicerone, polo culturale internazionale di assoluto prestigio. Dopo momenti conviviali e divertimento l’evento si concluderà con l’elezione del nuovo giovane campione del mondo di latino “erede di Cicerone”.

 

 

X
Send this to a friend