Festival Blues – Alatri: Agosto

Il festival blues di Alatri è organizzato in collaborazione con l’associazione culturale “Pro arte et Musica”, promotrice dell’ormai nota rassegna di Colfelice. La manifestazione rappresenta una novità assoluta dell’estate alatrense e prevede due serate di musica con nomi di fama internazionale reduci da importanti festival internazionali e capaci di coinvolgere con destrezza, maestria e abilità anche il pubblico più esigente.
GUARDA IL VIDEO

 
Dove si fa: ALATRI
Un pò di storia:

Le radici del blues sono da ricercare tra i canti delle comunità di schiavi afroamericani nelle piantagioni degli stati meridionali degli USA (la cosiddetta Cotton Belt). La struttura antifonale (di chiamata e risposta) e l’uso delle blue note (un intervallo di quinta diminuita che l’armonia classica considera dissonante e che in Italia valse al blues il nomignolo di musica stonata) apparentano il blues alle forme musicali dell’Africa occidentale.
Molti degli stili della musica popolare moderna derivano o sono stati fortemente influenzati dal blues.
Le origini del blues sono oggetto di molte discussioni. In particolare, non c’è una precisa data di nascita per questo genere musicale: la traccia più antica di una forma musicale simile al blues è il racconto che, nel 1901, fece un archeologo del Mississippi, descrivendo il canto di lavoratori neri che sembra avere affinità melodiche e liriche con il blues. Uno dei più importanti antenati del blues è senz’altro lo spiritual, una forma di canto devozionale nato dalle riunioni di devoti durante il Grande risveglio dei primi anni del XIX secolo. Di argomento malinconico e appassionato, rispetto al blues gli spiritual avevano accenti meno personali e rivolti alla persona del cantante, riferendosi spesso alla condizione dell’umanità in generale e al suo rapporto con Dio, e i testi erano corrispondentemente meno profani. Altri antenati del blues vanno cercati fra le work song (canzone di lavoro) degli schiavi di colore (field hollers) e di altra provenienza (canti dei portuali o stevedore; canti dei manovali o roustabout), che risuonavano in America all’epoca della Guerra di secessione (e anche negli anni successivi, in cui la condizione di soggezione e povertà degli afroamericani persistette nonostante l’abolizione della schiavitù). Da questi il blues ereditò probabilmente la sua struttura di call and response ("chiamata e risposta"), di origine Africana, mutuando invece la sua struttura armonica e strumentale dalla tradizione europea.
La diffusione del blues in Italia inizia nella seconda metà del 1900, assieme a quella delle principali forme musicali derivate (rock e jazz), tutte colpite dall’embargo culturale imposto negli anni del Fascismo.

Che cos’è:

Nella bellissima Piazza di Santa Maria Maggiore ad Alatri, un pubblico sempre crescente, già sostenitore del famoso Colfelice Blues, attende l’inizio del concerto che aprirà la rassegna. Dietro il successo di questa manifestazione c’è anche una buona organizzazione e professionalità da parte dello staff organizzativo. La scelta del Blues deriva dal fatto che esso è un genere di musica molto espressivo dal punto di vista vocale e strumentale. Il grande interesse che ha suscitato il Blues nei musicisti e nel pubblico di tutto il mondo, ha unito persone di diverse razze e culture. Due serate di musica con nomi di fama internazionale.

Quando si svolge: Agosto
L’organizzazione:

Ass. culturale "Pro Arte et Musica" 

Informazioni utili:

Ass. culturale "Pro Arte et Musica" 333.4052944 – 338.1140434 – 339.5628893 – Comune Alatri –  Numero verde 800253323 

Come si raggiunge:

In treno:
treno Roma-Napoli via Cassino – fermata Frosinone. Autobus CO.TRA.L. per Alatri
Via autostrada:
A1(Milano-Napoli) uscita Frosinone. S.S. 155 "per Fiuggi"

 

(Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2021)

Advertising
  • Banner Erzinio Natale 2022
  • Banner Stella 2022
Advertising
X
Send this to a friend