Frosinone, “Apriamo la mente”

Da venerdì 9 a domenica 18 maggio 2008 anche in provincia di Frosinone si terrà la 2° edizione di "Apriamo la mente. Lazio terra di scienza", il festival della scienza del Lazio promosso dalla Regione Lazio, Presidenza della Giunta e Assessorato alla Cultura Spettacolo e Sport. Il progetto si avvale dell’Alto Patronato del presidente della Repubblica e del Patrocinio del Ministero dell’Università e della Ricerca. Obiettivo della manifestazione è mettere in luce l’eccellenza scientifica nel Lazio con iniziative rivolte al grande pubblico.

Programma: 

Venerdì 9 maggio – Frosinone

Ore 11.00: Inaugurazione della mostra "Simmetrie. Giochi di specchi". La mostra ruota intorno alla simmetria, un concetto che non solo interviene in matematica a differenti livelli (e può quindi essere illustrato al visitatore in modi diversi, a seconda del suo tipo di interesse verso la matematica), ma interviene anche significativamente al di fuori della matematica (nella scienza, nell’arte e nella vita quotidiana) e ha un indubbio fortissimo richiamo di carattere estetico. I contenuti della mostra sono adatti a interlocutori estremamente differenziati (studenti delle scuole elementari, medie e superiori, studenti universitari, pubblico generico) e le modalità della visita sono diverse a seconda del tipo di interlocutore.
A cura dell’INDAM, Istituto Nazionale di Alta Matematica
Frosinone – Palazzo della Provincia, Piazza Gramsci n.13
Orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00
Chiuso sabato e domenica – Fino al 18 Maggio
Per informazioni: tel. 0775 219268/219382/219273
Ingresso libero

Sabato 10 maggio – Pofi

Ore 11.30: Conferenza "Evoluzione umana: sulle tracce dei primi europei". Negli ultimi decenni, siamo passati da un modello lineare dell’evoluzione umana, caratterizzato da un successione relativamente chiara di antenati a noi sempre più vicini, a quello che giornalisticamente molti chiamano un "cespuglio evolutivo": una espressione che vuole sottolineare la complessità dell’albero genealogico costituito dalle numerosissime specie di ominidi comparse sul nostro pianeta. Anche il primo popolamento del nostro continente, oggi riferibile a ben prima di 1 milione di anni fa, pone quesiti decisamente ardui. Alla luce delle più recenti scoperte, molte della quali sono italiane, è tuttavia possibile dipingere un quadro del processo di espansione ed evoluzione che ha portato forme umane molto arcaiche a diffondersi dall’Africa e a raggiungere, probabilmente da oriente, i territori a nord del Mediterraneo. E dalle nebbie del passato, affiorano le figure dei primi europei. Con Giorgio Manzi, Paleoantropologo – "La Sapienza", Università di Roma. A cura di "La Sapienza", Università di Roma e Istituto Italiano di Paleontologia Umana.

Ore 12.30: Visita guidata "Museo Civico Preistorico Pietro Fedele". Il museo preistorico, fondato da Pietro Fedele nel 1959 come museo di antichità di Pofi, nato quindi come museo civico, rappresenta attualmente il centro di raccolta ed esposizione dei ritrovamenti preistorici di gran parte del territorio provinciale e ciò in seguito agli importanti risultati ottenuti con ricerche e studi che durano ormai da oltre quaranta anni. Un affascinante viaggio nell’Età della pietra: l’uomo, l’ambiente, la fauna del Lazio Meridionale nel contesto della preistoria europea. Interviene: Italo Biddittu, Archeologo – Direttore del Museo Civico Preistorico "Pietro Fedele". A cura di "La Sapienza", Università di Roma e Istituto Italiano di Paleontologia Umana
Pofi – Via San Giorgio
Per informazioni: Tel. 0775 380069

Mercoledì 14 maggio – Frosinone

Ore 10.00: Conferenza "Educarsi al futuro: nuovi saperi per lo sviluppo sostenibile del pianeta". La sostenibilità dello sviluppo umano ed economico del pianeta è una questione decisiva per il nostro futuro, e quindi di fondamentale importanza per la scuola. Le problematiche connesse allo sfruttamento delle risorse naturali, all’aumento dei consumi di energia e del divario economico fra Nord e Sud del mondo, ci coinvolgono direttamente. Solo la consapevolezza di un destino comune a tutta l’umanità può permettere di condividere e di rispettare le limitate risorse naturali del pianeta e favorire stili di vita e tecnologie sostenibili. La scuola è il luogo privilegiato della società dove promuovere una "cittadinanza terrestre". Dall’incontro tra ricercatori ENEA e il mondo della Scuola è nato il progetto Educarsi al futuro, un percorso di ricerca rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, che prevede la realizzazione di nuovi percorsi e materiali didattici sullo sviluppo sostenibile, la promozione di progetti di cooperazione con scuole del Sud del mondo, la diffusione sul territorio delle fonti di energia rinnovabili. Con Giovanni De Paoli, Ingegnere. A cura di ENEA
Frosinone – Palazzo della Provincia, Sala conferenze – Piazza Gramsci, 13
Per informazioni: tel. 0775 219268/219382/219273
Ingresso libero

Giovedì 15 maggio – Veroli

Ore 10.00: Seminario/laboratorio "Alla ricerca dei rifiuti tossici". L’incontro intende presentare ai ragazzi delle scuole il diversificato lavoro che viene compiuto dall’INGV e dall’Arma dei Carabinieri per la difficile individuazione di rifiuti tossici sommersi nel sottosuolo. Tale cruciale attività viene avviata quando si riscontrano anomalie ambientali, individuabili attraverso indagini geofisiche. Le metodologie di indagine per l’individuazione dei rifiuti tossici sono diversificate, così come le procedure per la loro rimozione. Oltre ad una presentazione teorica volta a illustrare ai ragazzi i diversi aspetti della materia, saranno mostrate le strumentazioni mobili che i diversi corpi dello Stato utilizzano in questo genere di operazioni ambientali. Intervengono: Marco Marchetti INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Massimo Contri Tenente Colonnello – Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente. A cura di INGV e Corpo dei Carabinieri.
Veroli – Liceo Scientifico Statale "G. Sulpicio"
Per informazioni: tel. 0775 219268/219382/219273

Venerdì 16 maggio – Isola del Liri

Ore 10.00 – 13.00: Evento "Ingegneria di processo: ergonomia e sicurezza delle postazioni di lavoro". L’allestimento congiunto Università di Cassino- Elasis (Gruppo Fiat) affronta il tema dell’Ingegneria di processo ossia della progettazione delle linee di produzione con particolare riferimento all’ergonomia e alla sicurezza delle postazioni di lavoro. Tramite una simulazione virtuale sarà presentata una linea di fabbricazione di una vettura, ripercorrendo le operazioni di assemblaggio con modelli in 3D. Attraverso l’utilizzo di un piccolo robot verranno poi mostrate tecniche avanzate per la progettazione e la gestione dei sistemi produttivi e per l’ottimizzazione del flusso dei materiali e del layout degli impianti industriali. A cura di Università degli Studi di Cassino e Elasis – Gruppo Fiat.
Isola del Liri – ITIS Raffaele Reggio Via Pirandello, 7
Per informazioni: tel. 0775 219268/219382/219273
Evento riservato alla scuola

Venerdì 16 maggio -Frosinone

Ore 18.00: Caffè della scienza "Out of Africa out of Earth: dall’esplorazione della Terra a quella dello Spazio". 150mila anni fa i nostri diretti progenitori uscivano dall’Africa, alla scoperta di nuovi continenti. 50 anni fa abbiamo iniziato l’esplorazione dello spazio. Un’antropologa ed un fisico ci raccontano la conquista da parte dell’uomo della terra e del cosmo. Intervengono: Olga Rickards, Antropologa – Università degli Studi Tor Vergata e Ettore Perozzi, Fisico – Telespazio. Modera: Sergio Pistoi, Giornalista scientifico. A cura del Master in Comunicazione della Scienza e della Tecnologia di "Tor Vergata" in collaborazione con la Fondazione COTEC.
Frosinone – Libreria UBIK Via Aldo Moro, 150
Per informazioni: tel. 0775 219268/219382/219273 raparel@dm.unibo.it
Ingresso libero

Domenica 18 maggio -Arpino
Evento "A passeggio con la musica"
Programma:
Ore 15.30: Visite guidate "Museo della Liuteria Embergher-Cerrone". Partenza visite ogni 30 minuti. Il Museo della Liuteria di Arpino, è un Museo di tipo demoetnoantropologico incentrato sulla esposizione e valorizzazione di macchinari e strumenti musicali (Chitarre e Mandolini), realizzati nel laboratorio di liuteria "Embergher- Cerrone" di Arpino, tra la seconda metà del XIX secolo e il 1960. Avvalendosi della possibilità di poter usufruire di una visita guidata, sarà possibile conoscere la storia del Museo con tutte le sue sfaccettature e particolarità, il visitatore inoltre, potrà comprendere le fasi di ideazione e costruzione di Mandolini modello "Romano" a marchio Embergher, ancora oggi richiesti ed apprezzati in tutto il mondo, a partire dai disegni degli strumenti, dal banco di lavoro originale con le forme già predisposte, sino allo strumento finito.

Ore 18.30: Considerazioni finali "Apriamo la Mente. Lazio Terra di Scienza". Intervengono Fabio Forte, Sindaco di Arpino e Danilo Campanari, Assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone
Auditorium "Pietro Cossa"

Ore 19.00: Concerto "Quintetto a plettro Ensamble Mereurer": Sonia Maurer, mandolino – Felice Zaccheo, mandolino – Luca Mereu, mandola – Angelo Colone, chitarra – Gianluca Pallocca, contrabbasso
Museo della Liuteria Embergher-Cerrone Corso Tulliano, 49
Per informazioni: Tel. 0776 849241
Ingresso libero

 

 

 

 

 

X
Send this to a friend