Arpino

Arpino

Arpino è la città natale di Cicerone, Caio Mario, Vipsanio Agrippa e del pittore Giuseppe Cesari detto il Cavalier d’Arpino, maestro del Caravaggio.
Le origini di Arpino sono legate al mito del dio Saturno che qui dimorò e morì. Ancora oggi affacciandosi dal Belvedere, tra gli ulivi si scorge il rudere della tomba di Saturno. Certo è che Arpino fu importantissima città fortificata dei Volsci, dei Sanniti e dei Romani. Lo testimoniano le imponenti mura megalitiche, dette anche ciclopiche per la grandezza dei massi con cui sono costruite, dell’Acropoli di Civitavecchia; in esse si apre un’arcaica Porta ad ogiva (VIII-VII sec. a.C.), detta Arco a Sesto Acuto, unica del genere in Italia. Domina l’Acropoli la Torre di Cicerone, la quale offre uno spettacolare panorama sul piccolo borgo di Civitavecchia, sul centro storico di Arpino, sulla valle e le colline, sui Monti Lepini verso il mare oppure sull’Appennino con i Monti Ernici e i Monti Marsicani del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio Molise.

Quando nel 188 a.C. la città ottenne la piena cittadinanza romana, gli abitanti godettero di tutti i diritti propri dei cittadini romani e ampliò il territorio a nord-ovest fino a Casamari e a sud fino ad Arce. Con Caio Mario l’ager Arpinas si arricchì di possedimenti nella Gallia.
Per secoli, fin dall’alto medioevo, fu dominio di numerosi signori prima di far parte definitivamente, dopo lunghe contese con il papato, del Regno di Napoli. Tra il 1700 e il 1800 divenne uno dei più importanti centri industriali del centro Italia per la produzione di panni lana.

Oggi Arpino è centro di cultura grazie al Certamen Ciceronianum Arpinas, dal 1980 la maggiore gara di latino riservata agli studenti dell’ultimo anno delle superiori d’Europa; alla Fondazione Umberto Mastroianni, uno degli artisti più eclettici e geniali del XX Secolo; al “Libro di Pietra”, le cui pagine in pietra sono dislocate in tutto il territorio e raccolgono poesie scritte da poeti di tutto il mondo.
Arpino è cultura anche grazie al patrimonio artistico conservato nelle sue chiese. Tra queste ricordiamo la chiesa di San Michele Arcangelo, la quale conserva opere del Cavalier d’Arpino, della Scuola del Caravaggio e della Scuola toscana oltre al Tempio pagano delle nove muse; la chiesa di Santa Maria di Civita dove è custodita la statua lignea dell’Assunta (sec. X-XI), particolarmente venerata dagli arpinati e portata in processione la mattina del 15 agosto su una monumentale “macchina” in legno dorato (sec. XVIII), opera dello Stolz; o, ancora, il Monastero di Sant’ Andrea Apostolo, uno dei più antichi monasteri di clausura benedettini della nostra zona.
Arpino tutela e valorizza le tradizioni, usi e costumi della terra ciociara con Il Gonfalone di Arpino tra gli eventi folcloristici più importanti in provincia di Frosinone.

 
Sindaco: Renato Rea
Municipio: tel. 0776.85211
Abitanti: 7.430 ca
Altitudine: 450 m
Dist. dal Capoluogo: 35 km
Carabinieri: tel. 0776.849210
Vigili Urbani: tel. 0776.852105-6
Pro Loco: tel. 0776.848535 - 329.7770903 - Guide Turistiche autorizzate: 349.4981226
Patrono: Madonna di Loreto
Giorno di mercato: Domenica
C.A.P: 03033

Acropoli in località Civitavecchia: Arco a Sesto Acuto ( unico al mondo)
La Torre di "Cicerone"
Mura Megalitiche
Decumano Romano
Museo della Liuteria "Embergher-Cerrone"
Museo della Lana
Fondazione Umberto Mastroianni (Castello di Ladislao)
• Dipinti del Cavalier d'Arpino nelle Chiese della città
• Piazza Municipio
• Decumano di epoca romana
• Fontana dell'Aquila Romana
Chiesa e Monastero Benedettino di San Andrea Apostolo
• Collegiata di San Michele con dipinti del "Cavalier d'Arpino"
• Chiesa di Sant'Antonio
• Chiesa Santa Maria di Civita con Il Martirologio dell'Assunta
• Chiesa Madonna di Loreto al Castello
Chiesa della Pietà
Chiesa della S.S. Trinità
• Chiesa di San Vito
• Libro di Pietra
Palazzo Iannuccelli
Casa natale del Giuseppe Cesari "Il Cavalier d'Arpino"
• Porta Napoli
• Il Cortile "Farnese"
• Tomba di Saturno
• Portali
"Abbussi"
• Gole del Melfa, Area wilderness "Monte Caira-Gole del Melfa

• S. Antonio Abate, tradizionale offerta della Polenta (Il Pappone)
Il Certamen Ciceronianum Arpinas (metà maggio)
• Estate Arpinate
• Mezz'Agosto Arpinate
Il Gonfalone(domenica dopo Ferragosto)
• Mostre d'Arte periodiche
• Festa dell'Emigrante (Loc. Madonna Addolorata in Agosto)
• Il Buon Natale di Arpino (8 dic. - 6 gen.)
In treno:
Treno Roma-Napoli via Cassino - fermata Roccasecca. Treno Roccasecca-Avezzano fermata Arpino.
Via Autostrada:
• Da Roma: A1(Milano-Napoli) uscita Ferentino. S.S. Superstrada Frosinone-Sora direzione Sora - uscita Castelliri. A Isola del Liri bivio per Arpino.
• Da Napoli: A1 (Napoli-Milano) uscita Pontecorvo. S.S. 6 Casilina direzione Frosinone. S.P. 82 direzione Isola del Liri Sora. Bivio per Arpino.

Mangiare, Dormire,Trova tutto ad Arpino

Prossimi Eventi

Luglio 2022
Agosto 2022
Nessun evento trovato!
Carica altro

Informazioni • Ciociariaturismo

Visite Guidate • Centro Guide Cicerone

Pacchetti Turistici • Turismo Arancione Tour

X
Send this to a friend