Giuliano di Roma

Giuliano di Roma

Secondo la tradizione, Giuliano di Roma venne così chiamata poiché appartenente alla provincia di Roma fino al 1927, anno della formazione della Provincia di Frosinone alla quale è stata annessa. Fondata nell’alto Medio Evo, alle falde del monte Siserno, nacque come “Castrum” fortificato e nei documenti dell’epoca troviamo spesso il nome di “Castrum Lullani”.
Nonostante le devastazioni subite nel 1125 dalle truppe papali e nel 1165 da Federico Barbarossa, il centro storico recentemente ristrutturato, ha mantenuto inalterata l’antica fisionomia medievale con stradine strette ed angoli caratteristici, una volta sede di botteghe e cantine, e da vicoli che richiamano la presenza di un’antica colonia ebraica, tra cui “La Giudea” e “Il vicolo del ghetto”.

Nella parte più alta del centro storico sorge la chiesa parrocchiale di Santa Maria Maggiore, risalente al XI secolo, con pianta a croce latina, restaurata internamente in stile barocco. Da vedere anche il Campanile, che con i suoi circa trenta metri di altezza è l’edificio più alto del paese, il Santuario della Madonna della Speranza e il Muve – Museo del Vulcanismo Ernico, ospitato presso Palazzo Brettagna nel centro storico di Giuliano. Il museo oltre a ricordarci che l’abitato sorge sulla sommità di un vulcano spento, evidenzia le risorse ambientali e naturali del territorio circostante, costellato da bocche di vulcani inattivi.

Distante solo cinquanta chilometri dal mare, a Giuliano si possono vivere giornate a contatto con la natura servendosi del maneggio per fare una passeggiata o un’escursione a cavallo o per gli amanti del volo un giro in deltaplano presso l’avio superficie in loc. Valcatora.
Sarà possibile inoltre apprezzare la buona cucina presso i locali ristoranti e agriturismi degustando i prodotti tipici come i formaggi: marzoline, pecorino, caprini, mozzarelle di bufala, prodotti dalle locali aziende agricole.

Sindaco: Adriano Lampazzi
Municipio: tel. 0775.699016
Abitanti: 2.216 ca
Altitudine: 363 m
Dist. dal Capoluogo: 18 km
Carabinieri: tel. 0775.699014
Vigili Urbani: tel. 0775.699016
Pro Loco: tel. 0775.698027
Patrono: San Biagio
Giorno di mercato: venerdì
C.A.P: 03020
• Chiesa di Santa Maria Maggiore (1784)
• Chiesa di San Biagio
• Santuario della Madonna della Speranza (1755)
• Il Campanile
• Fontana del Fauno (1954)
• La "Giudea": centro storico
• Il borgo medievale di Monte Acuto
• Castagni secolari di Chiuzzo
• Monte Siserno
• Biblioteca Comunale (Specializzata in letteratura italiana)
• MUVE – Museo del Vulcanismo Ernico
Beata Maria Caterina Troiani (Fondatrice delle suore missionarie d'Egitto)
Alessandro Narducci (Deputato al primo Parlamento del Regno d'Italia)
• Benigno Carloni (Gran Ciambellano alla Corte di Vienna)
Beata Maria Caterina Troiani (Fondatrice delle suore missionarie d'Egitto)
Alessandro Narducci (Deputato al primo Parlamento del Regno d'Italia)
• Benigno Carloni (Gran Ciambellano alla Corte di Vienna)
• "Maccaruni cugli feri" (Pasta di acqua e farina lavorati col ferro da calza)
• "Mulati" (pasta di Acqua e farina fritta e ricoperta di miele )
In treno:
Treno Roma-Napoli via Cassino - fermata Ceccano o Frosinone. Autobus CO.TRA.L. per Villa Santo Stefano - fermata Giuliano di Roma.
Via Autostrada:
A1(Milano-Napoli) uscita Frosinone. S.S.dei "Monti Lepini" direzione Latina - bivio per Giuliano di Roma
X
Send this to a friend