“Frantoi aperti” – Itinerante: Novembre

“Frantoi Aperti nel Lazio” è una grande festa regionale dedicata appunto ad uno dei prodotti italiani più rappresentativi, l’olio extravergine di oliva. Moltissime città italiane organizzano una serie di eventi e degustazioni nelle principali piazze cittadine e nei luoghi di produzione dell’olio, con visite guidate a oliveti e frantoi delle aree olivicole e allestimento di stand e mercatini in tutte le regioni italiane.

 
Dove si fa: ITINERANTE (tutta la provincia di Frosinone)
Un pò di storia:

Prodotto originario della tradizione agroalimentare del Mediterraneo, l’olio d’oliva è attualmente prodotto anche nelle altre regioni a clima mediterraneo.
Il leggendario albero di ulivo e l’olio ricavato dai suoi frutti hanno accompagnato la storia dell’umanità. 8000 anni fa l’ulivo veniva già coltivato in Medio Oriente e le prime coltivazioni si ebbero molto probabilmente in Siria o Creta. I Fenici in seguito diffusero questa coltivazione su tutte le coste del Mediterraneo, dell’Africa e del Sud Europa. Con i Greci le coltivazioni di ulivo divennero sempre più numerose, ma furono i Romani che provarono a coltivare in ogni territorio conquistato questi frutti polivalenti (trascurando in alcuni casi le coltivazioni esistenti dell’Italia meridionale). In molti casi i Romani ordinarono alle popolazioni conquistate il pagamento dei tributi sotto forma dei olio di oliva. Sempre i Romani riuscirono a costruire i primi strumenti per la spremitura delle olive e a perfezionare sempre di più le tecniche per conservare l’olio.
Fin dall’inizio l’ulivo e i suoi frutti sono stati presenti nella storia degli uomini sia nei riti sacri che nella vita quotidiana, l’olio infatti venne utilizzato non solo per arricchire gli alimenti ma anche nei massaggi e nella cosmetica. Nei poemi omerici l’olio era usato esclusivamente per la pulizia e l’igiene. Gli antichi Romani classificavano l’olio di oliva in cinque qualità: "oleum ex albis ulivis" proveniente dalla spremitura delle olive verdi, "oleum viride" proveniente da olive raccolte a uno stadio piu’ avanzato di maturazione, "oleum maturum" proveniente da olive mature, "oleum caducum" proveniente da olive cadute a terra e "oleum cibarium" proveniente da olive quasi passite che era destinato all’alimentazione degli schiavi.
I numerosi utensili per la raccolta e la spremitura delle olive, rinvenuti dagli archeologi in vari scavi nell’area mediterranea, nonché diversi passaggi della Bibbia e del Corano dimostrano l’importanza storica di questo frutto dell’ulivo e del lavoro degli uomini.
Anche all’alba del terzo millennio l’olio di oliva costituisce un prodotto carico di misticismo e soprattutto un componente fondamentale della ormai famosa dieta mediterranea, una moda di cui molti esperti attestano gli aspetti benefici per la salute.

Che cos’è:

"Frantoi aperti" è una manifestazione che include anche i paesi della provincia di Frosinone. Per l’occasione si può degustare il migliore olio, attraverso visite guidate presso i frantoi di questa terra tutta da assaporare. Si può partecipare anche ad esposizioni di prodotti tipici locali e conoscere i migliori ristoranti con menu tipici.

Quando si svolge:

Novembre

 

Informazioni utili:

Arsial tel. 06.862731

Come si raggiunge:

In treno: 
treno Roma-Napoli via Cassino – fermata Frosinone
Via Autostrada:  
A1 (Milano-Napoli) – uscita Frosinone

(Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2021)

X
Send this to a friend