Gallinaro

Gallinaro

Da Gallinaro, nel centro geografico della Valle di Comino, si gode la vista completa di tutta la vallata. Come cita Cicerone “ad poetam“, Gallinaro deve il suo nome alla “Silva Gallinaria” e cioè la selva che si trova ad est del centro. Per secoli essa fu possedimento dell’Abbazia di Montecassino, poi dei conti d’Aquino e quindi entrò a far parte del regno di Napoli.

Interessante il centro storico, in cui si nota una lapide in memoria dell’epidemia di peste del 1656 e di un fulmine abbattutosi nella zona nel 1733. Tra le tradizioni religiose molto sentita è quella della festa del santo patrono, San Gerardo, pellegrino inglese morto qui nel 639 mentre era in viaggio per la Terra Santa, beatificato da papa Gregorio XI e chiamato dai suoi fedeli il “Santo dei miracoli”.

Sindaco: Mario Piselli
Municipio: tel. 0776.696012
Abitanti: 1.217 ca
Altitudine: 558 m
Dist. dal Capoluogo: 70 km
Carabinieri: tel. 0776.508704
Vigili Urbani: tel. 0776.696222
Pro Loco: tel. 0776.696012
Patrono: San Gerardo
Giorno di mercato: Domenica
C.A.P: 03040

• San Gerardo (lunedì di Pasqua)
• Festa Patronale (10-11 agosto)
• Estate Gallinarese
• Sagra del vino (12 agosto)
• Festa dell'Emigrante (13-14 agosto)
• Fiera del lunedì di Pasqua
Giovanni da Gallinaro
Loreto Apruzese (sec.XIX)
Giuseppe Orlando
Emilio Lebon
• Domenico Bevilacqua (sec.XIX)
• Ignazio Bevilacqua
• Vino Cabernet Sammichele
• Cucina Tipica Ciociara
In treno:
Treno Roma-Napoli - fermata Cassino. Autobus CO.TRA.L. per Atina - fermata loc. Ponte Melfa bivio per Settefrati. Servizio urbano per Gallinaro.
Via Autostrada:
A1(Milano-Napoli) - uscita Cassino. Superstrada Cassino-Sora - 2° uscita Atina; S.S.509 per Forca d'Acero - uscita Gallinaro.
X
Send this to a friend