L’abbazia di San Sebastiano ad Alatri sulle Foglie del Lea

"L’abbazia di San Sebastiano ad Alatri" protagonista del n. 69 de "Le Foglie – Marzo 2008".

Il protocenobio di San Sebastiano nello scorso settembre è stato gravemente lesionato dal crollo di parte del tetto, destando preoccupazione fra gli storici dell’arte per uno dei monumenti più importanti di Alatri. I Laboratori di Educazione Ambientale di Isola del Liri ed Acuto dedicano proprio all’Abbazia alatrense, il cui splendore ha corso il rischio di venirci tolto, il n.69 de "Le Foglie".

Autore della monografia è Fabio Lucchetti che con mirabile sintesi racconta le origini della Badia fondata nei primi anni del VI secolo dal prefetto delle Gallie Liberio, il quale donò parte delle sue proprietà al diacono Servando con l’incarico di crearvi un monastero. Nel 528 Servando vi ospitò San Benedetto la cui Regola, tuttavia, probabilmente non collimava per intero con quella seguita all’interno del monastero. Servando stesso, precisa Lucchetti, fu probabilmente autore della Regola a cui obbedirono i monaci di San Sebastiano. Per tutto il VI secolo la Badia visse anni di gloria, dopodichè la comunità monastica perse gradatamente prestigio fin quando nel 1233 il monastero fu assegnato alle Clarisse che vi rimasero fino al 1442. Dal 1908 la Badia fu ceduta a proprietà privata e con l’inizio del XX secolo sapienti lavori di restauro le hanno restituito l’antico splendore.

Consulta o scarica Le Foglie N°69 – marzo 2008:
http://www.leafr.it/images/stories/foglie/lefoglie_n69.pdf

X
Send this to a friend