“Caccia al Gallo” – Strangolagalli: [SETTEMBRE]

A Strangolagalli, ogni anno, la Pro loco organizza la “Caccia al Gallo”, torneo di “galli e cavalli”. Si tratta di una sfida, completamente innocua e di pochissimi minuti, tra gallo e cavaliere attraverso la quale si rievoca una vicenda storicamente vissuta nel febbraio 1945. La rappresentazione comincia con un corteo storico delle contrade partecipanti alla gara, una sfilata di personaggi in costume e termina con stand gastronomici, vino e musica.

 

 
Dove si fa: STRANGOLAGALLI
Un pò di storia:

Nel febbraio 1945 sul territorio del ducato di Monte San Giovanni Campano di proprietà dei d’Avalos d’Aquino e di cui era parte anche Strangolagalli, accadde un fatto che si è continuamente tramandato per secoli.
All’epoca, Carlo VII re dei francesi, chiamato in Italia da Ludovico il Moro, marciava alla conquista del regno di Napoli legato a sua volta con vincolo di sangue ai d’Avalos d’Aquino. Giunto alle porte del castello di Monte San Giovanni Campano, il potente esercito francese trovò la strada sbarrata dalla tenace resistenza di un pugno di soldati e cittadini del territorio asserragliatisi nella fortezza. L’eroica difesa fu piegata in pochi giorni solo grazie all’uso della avanzata tecnologia di cui l’esercito francese era in possesso: i cannoni, prime armi da fuoco. Si tramanda che il primo assalto sferrato all’arma bianca dai francesi alle mura del castello fu una vera e propria disfatta per gli assalitori grazie alla geniale idea difensiva ideata da alcuni cittadini di strangolagalli che chiamati alle armi per l’occasione pensarono di utilizzare, per immobilizzare gli assalitori, le reti che giornalmente utilizzavano per pescare il pesce nell’antica pescheria di San Pietro ubicata nel territorio di Strangolagalli.

Che cos’è:

Il getto della rete sugli assalitori francesi “Galli” è rievocato nel torneo “caccia al gallo” in cui la sfida tra gallo e cavaliere è incentrata sul tempo che il gallo fa impiegare al cavaliere per la sua cattura tramite un apposito retino. Dodici cavalieri e dodici galli, uno per ogni contrada, il vincitore sarà il gallo più resistente. La rievocazione, che si svolge nel campo sportivo del paese, comincia con un corteo storico aperto da stendardi delle dodici contrade strangolagallesi, seguito dalla sfilata dei personaggi in costume storico e completato, come da tradizione cavalleresca, dall’entrata dei signori della corte d’Avalos, della corte d’Angiò e della corte d’Aragona, che assisteranno su apposito palco al torneo. A conclusione della rappresentazione, la Pro loco dà appuntamento nella piazza principale del paese dove saranno allestiti stand gastronomici e dove si potarnno degustare carni accompagnate da ottimo vino e musica.         

Quando si svolge: Settembre
L’organizzazione:
Informazioni utili: Pro loco di Strangolagalli 0775.978204

Scheda aggiornata in occasione della IV edizione 2007

Come si raggiunge: In treno:
treno Roma-Napoli via Cassino – fermata Ceprano Falvaterra. Autobus CO.TRA.L. per Strangolagalli
Via Autostrada: 
A1(Milano-Napoli) uscita Ceprano; S.S 6 Casilina bivio per Strangolagalli
 

(Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2021)

X
Send this to a friend